igort
La Bianchina si muove per le strade bagnate di Napoli. Gioco di riflessi e di attese. Antonino è quasi arrivato al luogo dell'appuntamento con mr Ics, il finto veggente che ha tradito. Deve fare una commissione, una cosetta da nulla; farlo fuori e poi, finalmente, potrà andarsene a dormire. Ma prima ha un sogno che vuole farsi interpretare dalla sua vittima. In questa storia l'elemento metafisico si fonde a quello fisico creando un piano irreale. Quello di cui, in un certo senso, vado orgoglioso è l'unione di uno stile impressionista con questa idea di racconto per flash. In questa pagina la bicromia diventa strumento essenziale per raccontare le luci tagliate. in quei permpi guardavo molto la pittura di Renoir e la sua abilità nel definire le forme riflesse nell'acqua.