igort

Dalla Polonia e dal mio passato arriva questa edizione, ci hanno lavorato per oltre un anno, Aspetto di ricevere le edizioni coreana e indonesiana di questo libro che mi accompagna da tanto. Che ha abitato dentro di me per dieci anni quasi e poi è uscito alla luce, su carta. Io lo guardo oggi con occhi distanti, ho disegnato un centinaio di pagine del seguito. Prima di tornare in Sardegna, da dove vi scrivo, ho cercato a casa, a Parigi, le bozze di questo seguito ideale chiedendomi se non fosse l'estate adatta, dopottutto, per riprendere le fila di queste vicende. Peppino Lo Cicero che è un personaggio che ho amato tanto ha molte altre storie da vivere. Come sempre accade le pagine dei libri si impongono. Incapace di programmare. Sono questo. Ogni volta che faccio un piano qualcosa finisce per stravolgerlo. Così mi ci sono rassegnato. E vedo i taccuini che si sovrappongono sui tavoli, nei comodini, perduti sopra i divani.